domenica 25 gennaio 2009

E' on line la nuova release di Takeacoder.com

Dopo qualche mese di lavoro ... e qualche notte di test ;) è finalmente on-line la nuova release di www.takeacoder.com

E' ancora in beta, quindi aspettatevi qualche difetto di gioventù.

Ora anche i professionisti e le aziende che abbiao desiderio di realizzare progetti innovativi hanno il loro luogo sul web.

Questo è solo il primo passo !

Il sito lo trovate al link www.takeacoder.com e iscrivetevi per far parte di questa realtà ;)

lunedì 5 gennaio 2009

Takeacoder.com - On Business & Management Slideshare channel

Mi fa piacere che SlideShare abbia dedicato un slot di circa 20 ore per mettere nella home page del canale Business & Management le slides su Takeacoder. Questo vuol dire che la cosa interessa.

http://www.slideshare.net/category/business-mgmt

Se riuscite a darci un occhio, ricambio il favore a SlideShare ;)

A breve verrà rilasciata la nuova versione di Takeacoder.com, quindi stay tuned.

sabato 3 gennaio 2009

Una delle attività del 2009 - Takeacoder.com

Forse è il momento più sbagliato per iniziare una nuova avventura, ... o forse è il momento più giusto.

I commenti sono sempre i benvenuti

venerdì 2 gennaio 2009

Anno nuovo ... vita nuova ?

Nella sostanza direi di no ... vista la fatica fatta per fare anche quelle poche cose buone che ci sono buttare via tutto non ha senso ... ma ci sono diverse segnali che indicano che il 2009 porterà grandi cambiamenti e discontinuità.

Come già successo in passatto, nascoste sotto la crisi e soprattutto sotto la sua paura saranno realizzate cose e accadranno fatti tanto interessanti, quanto incredibili.

Un esempio ? Cercate sul sito Alitalia lo stato dei voli Venezia - Roma ad esempio ... e vi compariranno anche quelli Airone ... (gli AP per intenderci oltre agli AZ)

Non ho mai visto un'integrazione a livello di sistemi tra due aziende acquisite da una terza (è così che è successo vero?) così veloce. Complimenti agli IT di entrambi ;)

Sono sicuro che ne vedremo tante altre di interessenti.

Di cosa parlerò quindi nel 2009 ? ... di creatività e di innovazione.

Si perchè nell'anno della crisi (forse più che crisi della rinascita), ritengo che ci sarà veramente spazio per chi ha idee nuove, innovative e creative.

Le difficoltà, che sicuramente ci saranno, fungeranno da catalizzatori e permetteranno di poter selezionare chi riesce a coniugare la passione con l'umiltà e la concretezza del saper fare le cose.

Anche io partirò con il mio progetto. Per ora vi svelo il blog:
www.openinnovationdelivered.com

Si tratta di una piattaforma di crowdsourcing orientata alla realizzazione di progetti mediante un approccio di open innovation.

Il target è composto dalle aziende creative che vogliano accedere ad una struttura di R&D di dimesioni globali.

mercoledì 15 ottobre 2008

Rete Veneta 16/10 ore 21.05 ... si parla di facebook

Se volete dare un occhio, ... sarò tra gli ospiti.

Dimenticavo, ... sarò ovviamente emozionato visto che è la prima volta che vado in TV, ad ogni vedremo se riuscirò a far arrivare qualche messaggio, senza che mi tremi la voce a altre sorprese.

Per chi non la riceve potete trovare la diretta a questo link

Stay tuned.

Commentate pure live ... quando torno leggerò i vostri commenti. Sono liberi quindi è più per voi.

venerdì 10 ottobre 2008

Un lapide ... porta bene















Alla fine la cosa porta bene.

A fine 2006 avevo dato per defunta una piattaforma in Telecom Italia, appositamente sapendo che queste affermazioni non fanno altro che dare lunga vita al presunto defunto. La piattaforma è ancora viva e vegeta ... ben lungi dall'essere dismessa.

Quindi ora potete investire nel Web 2.0 certi che il 3.0 arriverà molto ma molto in là.
;)

lunedì 22 settembre 2008

GOLDMAN SACHS E MORGAN STANLEY DIVENTANO HOLDING

In questo lancio ansa, è racchiuso il tracollo non solo aziendale, ma di un intero settore, quello delle banche d'affari.

A collassare è stato un modo di vedere il mondo dell'impresa basato sostanzialmente su operazioni finanziarie.

Forse la cosa potrà sembrare relativamente interessante ma le cose non potranno essere più come prima.

Alcuni spunti:

- I CFO sono (e non so se continueranno ad esserlo) le figure più pagate
- Diversi Master e percorsi di formazione (pensiamo ai MBA o i master in risk management) erano disegnati appositamente attorno a questi ruoli
- Gli strumenti di investimento con cui le aziende (ma anche le PA) si sono finanziate rientrano tra i prodotti ad alto rischio che ora sono tra i maggior imputati

Nel 2001, la colpa è stata data ad una sopra-valutazione delle società del nuovo mercato, come se la causa di tutto fosse da trovare nelle promesse tecnologiche poi disattese.

Oggi invece la medesima cosa (con proporzioni superiori) è accaduta verso il più tradizionale e fisico dei mercati, quello immobiliare.

Ad essere messo in discussione quindi è l'intera metodologia con la quale è stato gestito il mercato finanziario.

Le banche non sono crollate sotto i loro costi, o per operazioni straordinarie sbagliate, ma sono fallite sulla base dei loro prodotti core, quindi del loro modo di vedere il business.

E' come se nello stesso giorno si fossero fermate tutte le autovetture prodotte dalla fiat, o fossero andati in crash tutti i server realizzati dalla IBM.

Rimaniamo in attesa di un nuovo modello, sperando in qualche cosa di più stabile.